Breadcrumb Breadcrumb

Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

25 marzo 2019

Iscrizione anagrafica, il via libera del Tribunale di Firenze: i richiedenti asilo possono iscriversi regolarmente

“Ogni richiedente asilo, una volta presentata la domanda di protezione internazionale, deve intendersi regolarmente soggiornante” sul territorio dello Stato e avrebbe quindi diritto all’iscrizione anagrafica. Sono queste le conclusioni a cui è arrivato il tribunale di Firenze in un’ordinanza emanata lo scorso 18 marzo 2019.

L’ordinanza accoglie il ricorso presentato lo scorso gennaio da un richiedente asilo somalo, al quale il responsabile dell’ufficio demografico del comune di Scandicci aveva comunicato di non poter “accettare la richiesta di residenza in base al decreto legge del 4 ottobre 2018”. Non è stato dello stesso parere il tribunale di Firenze, che ha ordinato al Comune l’immediata iscrizione nel registro anagrafico del richiedente asilo.

L’ordinanza del tribunale fiorentino potrebbe segnare un punto di svolta nel riconoscimento del diritto anagrafico, e rimettere in discussione alcuni principi fondanti dell’interpretazione che veniva data al decreto sicurezza. Il tribunale di Firenze formula, infatti, un’interpretazione costituzionalmente orientata della norma, analoga a quella già avanzata da numerosi esperti in materia, secondo cui il modello C3 o il documento nel quale la Questura formalizza la richiesta di protezione internazionale basterebbero a certificare la regolarità del soggiorno in Italia, e sarebbero quindi condizione sufficiente per l’iscrizione anagrafica della persona richiedente asilo nel pieno rispetto del corpus di leggi ancora in vigore.

Come sottolinea l’avvocato Daniela Consoli di ASGI, “l’interpretazione è letterale e coerente con la gerarchia delle norme del nostro ordinamento giuridico”. L’ordinanza del tribunale di Firenze sarebbe quindi “la prima pronuncia giurisprudenziale che pone una ricostruzione precisa e minuziosa su questo tema e, in tal senso, potrà essere un’utile fonte per i Sindaci che in questo momento si stanno adoperando per la registrazione della residenza per i richiedenti asilo sul territorio”.

Clicca qui per accedere all’ordinanza integrale del tribunale di Firenze 
Clicca qui per leggere il commento all’ordinanza di ASGI

 

[Immagine di copertina tratta da Pixabay]

 


 

(In collaborazione con Toscana Notizie - Agenzia di informazione della giunta regionale)

Condividi