Breadcrumb Breadcrumb

Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

27 febbraio 2019

Mediazione interculturale in sanità, pubblicato il bando per mediazione linguistico-culturale e integrata

È stato pubblicato l’11 febbraio il bando “Servizio di mediazione linguistico culturale e mediazione integrata”, la procedura per la conclusione di una convenzione-quadro per l’affidamento del servizio di mediazione interculturale e mediazione integrata per le esigenze degli enti del Servizio Sanitario Regione Toscana. Per la procedura, ancora aperta, sono stati destinati complessivamente €14.952.984.

I contenuti del capitolato tecnico sono in linea con molte delle raccomandazioni emerse nell’ambito del percorso partecipativo “Mediazione culturale e cittadini migranti, una nuova figura professionale per una società in trasformazione”, realizzato da Regione Toscana con la collaborazione di Anci Toscana.

Tra le principali novità, infatti, è introdotta nello specifico una rinnovata attenzione agli aspetti di natura interculturale. In particolare, una sezione del lotto è dedicata alle competenze di tipo antropologico, etnoclinico, etnopsichiatrico, di mediazione di comunità, senza trascurare la capacità di progettare campagne di fundraising per delineare al meglio le attività interculturali e di promozione della salute.

Il nuovo bando, quindi, è caratterizzato dalla concezione che si allontana dalla figura del mediatore linguistico come semplice traduttore, riconoscendogli un ruolo chiave in quei sottili processi di codifica e decodifica culturale che riguardano gli aspetti più importanti della comunicazione sanitaria. Una reciproca comprensione tra operatori e utenti è infatti fondamentale per garantire l’efficacia, l’appropriatezza e la sicurezza delle prestazioni socio-sanitarie nei percorsi di promozione della salute e prevenzione, così come nei percorsi clinici di diagnosi, cura, assistenza e riabilitazione.

Per rispondere all’avviso c’è tempo fino al 19 marzo.

Clicca qui per prendere visione del bando completo

 

 

 

(In collaborazione con Toscana Notizie - Agenzia di informazione della giunta regionale)

Condividi