Breadcrumb Breadcrumb

Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse

22 ottobre 2018

Richiedenti asilo e coesione sociale, approvato il nuovo bando regionale per i progetti del 2018

Incontro, crescita, sensibilizzazione e sperimentazione.

Sono queste le parole chiave del nuovo Avviso pubblico approvato il 20 agosto 2018, rivolto ai progetti di integrazione e coesione sociale per richiedenti asilo, titolari di protezione internazionale e per le comunità locali toscane.
L’Avviso ha stanziato fondi regionali dedicati al sostegno ad interventi di inclusione e coesione sociale, sviluppati in stretta collaborazione con gli enti locali, le strutture d’accoglienza e altri enti pubblici territoriali.

Sono stati oltre 30 i soggetti pubblici tra Comuni, Società della Salute, Unioni e Province che hanno avuto accesso ai finanziamenti per sostenere le loro proposte progettuali di cittadinanza attiva, che coinvolgeranno gli ospiti delle strutture di accoglienza toscane.

Con questo nuovo bando, Regione Toscana mette ancora una volta al centro quei progetti che sappiano offrire, nel contesto delle proprie attività di volontariato, occasioni di formazione e acquisizione di competenze tecniche e/o trasversali che siano spendibili al di fuori delle attività stesse. Nell’assegnazione delle risorse si è premiata per la prima volta la presenza di mediatori linguistico-culturali, la definizione di modalità di co-progettazione alla presenza dei richiedenti asilo, e l’adozione di un target ampio che includa la comunità locale nelle attività.

"Fin da subito abbiamo creduto al fatto che non è giusto che le persone accolte non abbiano un impegno” ha spiegato in conferenza stampa Vittorio Bugli, assessore alla presidenza e all’immigrazione della Regione Toscana, “e non è giusto soprattutto per loro. Le attività di volontariato sono particolarmente importanti, perché danno modo a chi viene ospitato di inserirsi nel luogo, di strutturare relazioni e di offrire servizi, con un ritorno economico e sociale importante per tutti. Non è questione di ‘sdebitarsi’, ma di creare legami sociali, sconfiggere la paura, e in definitiva rafforzare tutta la comunità".

Come già negli anni passati, il nuovo Avviso gode quindi di uno sguardo ampio che va oltre l’accoglienza immediata e considera l’immigrazione un fenomeno strutturale, che riguarda non numeri ma persone che sono valorizzate e riconosciute in tutta la loro complessità. Un piano d’intervento che supera le logiche assistenzialiste e che vuole configurarsi come una doppia opportunità per i nuovi e i vecchi abitanti di una Toscana che cambia, mettendo al centro associazionismo e volontariato per crescere, conoscersi e scoprirsi protagonisti.

Leggi l’Avviso pubblico per intero qui: http://www.regione.toscana.it/-/avviso-per-la-presentazione-di-progetti-di-integrazione-e-coesione-sociale-per-richiedenti-asilo

(In collaborazione con Toscana Notizie - Agenzia di informazione della giunta regionale)

Condividi